Parco urbano: la palla passa al Consiglio Comunale
Lunedì 25 Novembre 2013

I Giovani liberali radicali di Bellinzona prendono felicemente atto del licenziamento del Messaggio Municipale 3782 concernente la richiesta del credito per la realizzazione della prima tappa del parco urbano e degli spogliatoi all’ex campo militare.

L’idea di utilizzare l’area dell’ex campo militare per realizzare un comparto destinato ad accogliere eventi, momenti di incontro e socializzazione, unitamente a concerti diurni e serali non può che trovare pieno appoggio tra le fila del nostro partito. Pertanto, la volontà di creare uno spazio d’aggregazione informale per tutti segue pienamente la giustificata domanda delle giovani generazioni di disporre di un’area concepita come luogo d’incontro e svago.

 

Il progetto del Parco urbano è lungimirante, in quanto crea uno spazio verde pubblico in una posizione strategica, la quale sarà ulteriormente valorizzata nel futuro sviluppo della Città con l’apertura di AlpTransit. In definitiva, il progetto del Parco urbano è un’ottima occasione per tutti i cittadini che desiderano avere una Capitale più viva, più attrattiva e più luogo d’incontro.

 

Secondo i Giovani liberali radicali del Bellinzonese e Valli, il Municipio di Bellinzona ha intrapreso la via auspicata verso una rivalorizzazione del comparto dell’ex campo militare. In conclusione, siamo convinti che il Consiglio Comunale debba avallare la concessione al Municipio cittadino del credito per l’esecuzione dei lavori.

 

 

Rocco Nirella