Federico Rossini - “Adattiamo il futuro”
Venerdì 27 Febbraio 2015
32 anni, abita a Bellinzona. Ingegnere civile   

"Il Cantone Ticino è sottoposto da anni a forti pressioni e cambiamenti dovuti principalmente all’apertura della Svizzera verso i paesi dell’Unione Europea. Volenti o nolenti, indipendentemente da ciò che verrà attuato a livello federale in risposta al voto del 09 febbraio 2014, il Ticino deve rispondere agli effetti negativi della libera circolazione con misure concrete.

L’impegno gravoso della politica ticinese dei prossimi 4 anni è dunque quello di agire in maniera propositiva ed in piena coerenza alla legislazione federale vigente, colpendo coloro che abusano della giusta apertura al mondo della Svizzera. Dall’altro lato occorre inoltre adattare il nostro territorio e le nostre infrastrutture a tali cambiamenti, rispondendo concretamente all’immobilismo politico ticinese subito negli ultimi 10-20 anni in materia di gestione del territorio.

 

La mia visione per i prossimi 4 anni è quella di un Ticino che ritorni ad essere forte ed al passo con i tempi, convincendo coloro che vorrebbero un Cantone chiuso, che l’isolamento è sintomo di fallimento. La Svizzera ed il Ticino vanno spronati adattando il futuro agli inevitabili cambiamenti in corso."

 

  • Sito internet
    www.federicorossini.ch